937 - Primo cerchio: Limbo

Discesa di Cristo nel Limbo
Discesa di Cristo nel Limbo

Prosegue il nostro viaggio dantesco.

1. Sei mai stato battezzato?

Sì. Anche se ho rischiato il rifiuto del vescovo, ma questa storia l'ho già raccontata. Già al tempo non dovevo essere molto simpatica agli alti prelati.
2. Lo faresti fare ai tuoi figli?
No. Credo nella libera scelta, anche e soprattutto di religione. Vorrei che conoscessero prima TUTTE le religioni, per scegliere consapevolmente.
3. Dì, ma veramente quanto te ne frega del battesimo?
Meno di niente. La considero un'imposizione voluta per creare proseliti, una specie di leva obbligatoria a cui vengono "costretti" i bambini solo e soltanto perchè non possono scegliere diversamente. In questo il cattolicesimo è totalitario, peggio di una dittatura.
4. Tra i sacramenti quale preferisci?
Il matrimonio, senza dubbio. Ma non quello cattolico.
5. Sai cos'è un pagano?
Uno che credeva in dio prima che dio nascesse???
6. Fede o non fede?
Fede. Non cieca, non imposta, non aprioristica, ma fede.
7. Definisci la tua religione.
Sensata, equilibrata, giusta. Assurdamente razionale. Ulteriori dettagli in merito magari li potrei scrivere in un altro post.

In foto: Gerolamo di Romano detto Romanino, "Discesa di Cristo nel Limbo" (dettaglio: Cristo mentre aiuta Adamo a rialzarsi), 1533-34, affresco nella Chiesta di Santa Maria della Neve, Pisogne (BS)

Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    sanguemisto (lunedì, 15 ottobre 2012 22:46)

    Ho fatto il primo, farò anche il secondo di test :-)
    1)Si: nasco da una famiglia credente,anche se non molto praticante. Poi mi sono perso per strada...
    2)Ora come ora no: le motivazioni sono le stesse che hai fornito tu.
    3)D'accordissimo con te:la trovo un'imposizione bella e buona. La leva obbligatoria però l'hanno abolita, speriamo...
    4)Nessuno vale come risposta?
    5)Una persona che va rispettata per le sue idee
    6)Diciamo "fedina", ma piccola piccola. Ci sono un tot di cose che non mi convincono.
    7)work in progress

  • #2

    lune-di-lunedi (lunedì, 15 ottobre 2012 23:23)

    Ti ricordo che l'Inferno ha 33 canti + uno, aspettatene altri sulla falsariga di questi due :-)))
    P.S. Io non sono cattolica, nè cristiana, ma kemetista. Per darti un'idea credo agli dèi come gli antichi egizi, più precisamente seguo la Regola di Maat, dea della giustizia.

  • #3

    Cappottino (lunedì, 15 ottobre 2012 23:50)

    1. Sei mai stato battezzato? Sì
    2. Lo faresti fare ai tuoi figli? Sì e l'ho fatto per entrambi i mocciosi, pur non comprendendone appieno il valore. Comunque credo che la libera scelta possa essere praticata anche in seguito,al contrario, se ne avranno voglia. Non e' una condizione che non ti permette di vivere normalmente... non e' nulla di irreversibile ;-)
    3. Dì, ma veramente quanto te ne frega del battesimo? Nasco cattolica, da genitori cattolici... ho frequentato la parrocchia da bambina e da ragazzina e l'oratorio... ma se devo dirla tutta... piu' per un fatto di aggregazione e amicizie piu' che altro e poi perche' cantavo nel coro e mi piaceva un cifrone e poi sì... mi ha sempre affascinato quell'aria mistica che c'era durante i momenti di preghiera... l'incenso che riempiva l'aria... l'organo, che ancora adesso mi fa piangere... la luce tremolante delle candele... i canti che si alzano nella navata donando un'atmosfera catartica... :-)))
    E poi per le gite che facevamo durante l'oratorio estivo... sono momenti che ricordo sempre con gioia... e poi guarda... il mio don era un figo... agile, simpatico, divertentissimo con cui si parlava di tutto.
    Ecco... per questi motivi e soprattutto perche' non mi sono mai interrogata sulla Fede in maniera seria... e soprattutto perche' a me la religione cattolica non mi ha plagiata o plasmata... ecco, per questi motivi dico "Il Battesimo? Perche' no?!"
    Penso anche che la tua risposta alla domanda nr 3 sia un po' esagerata :-)
    4. Tra i sacramenti quale preferisci?
    L'estrema unzione... dalla serie "sono agnostica ma una benedizione non puo' che farmi bene" ;-)
    5. Sai cos'è un pagano?
    Mi viene in mente Rocco Pagano... un calciatore che giocava nel periodo in cui io ero una fervente Interista... fine anni 80 meta' anni 90 :-)))
    6. Fede o non fede?
    Fede... e non necessariamente in Cristo. Io non so ancora se sono religiosa o se non lo sono... in alcune cose credo in altre no... la mia pigrizia non mi permette di approfondire... ma sono molto spirituale, quello sì.
    Cerco delle risposte... ma non mi applico nella ricerca ;-)
    Per breve tempo ho praticato anche il buddismo di Nichiren Daishonin... e mi sembrava... ma poi...
    7. Definisci la tua religione.
    L'esatto contrario delle tue definizioni ;-)


  • #4

    lune-di-lunedi (martedì, 16 ottobre 2012 00:42)

    Riguardo la domanda 3... non credo di esagerare, è che non sopporto gli estremismi, in tutte le direzioni. Prendi ad esempio gli Ebri, che battezzano alla maggiore età... ecco, mi sembra già più sensato, no?

  • #5

    specchio (martedì, 16 ottobre 2012 18:12)

    1-sì..2-li ho fatti battezzare perchè credo nel sacramento anche se non nel significato esatto che la chiesa gli attribuisce, son del parere che io gli ho "imposto"i sacramenti primari, ma lascio libertà a loro di scegliere in futuro...3-credo di aver risposto con la 2....4-probabilmente il battesimo stesso, una sorta di venuta al mondo ufficiale, una presentazione di te stesso all'umanità..5-se non ricordo male i pagani sono coloro che non credono alla religione cristiana, ma ad altre che l'hanno preceduta(forse)..6-fede, a prescindere dalla mia famiglia d'orgine, fede in Dio, ma celebrata a modo mio senza intermediari o riti estremi...7-la mia religione è la consapevolezza che ci sia qualcuno più in alto di noi che segue i nostri passi, che per quanto noi rifiutiamo, ci guida nel cammino, che ci mette accanto anime di persone care che non ci sono più, per inciso non credo nell'aldilà, ma credo che lo spirito di coloro che sono morti e che ci hanno amato, continui a vivere vicino a noi e ci accompagni nel nostro cammino.Sarà perchè anche non voglio credere che chi muore davvero ci abbandona per sempre.Scusa il disordine nell'esposizione, ma l'ho scritto davvero in frettissima:)

  • #6

    lune-di-lunedi (martedì, 16 ottobre 2012 19:49)

    Per il punto 7, ovviamente rispetto al tua opinione, ma penso che più che "guidarci anche se non vogliamo" questo "essere" sia l'equilibrio innato della natura e dell'intero universo, nel quale noi "umani" abbiamo la capacità di decidere il nostro destino in base a semplici scelte, giuste o sbagliate che siano. Sono per la "scelta consapevole", ecco, più che per l'imposizione.

  • #7

    piandeloa (venerdì, 19 ottobre 2012 10:04)

    1) Come no?
    2) Dovranno prima passare sul mio cadavere. Scherzo, lo potranno senz'altro fare, ma solo da maggiorenni. Mi sembra una scelta importante, forse più importante rispetto allo scegliere se votare Di Pietro o Grillo.
    3) Devo proprio rispondere?
    4) Ovviamente l'estrema unzione.
    5) La risposta esatta l'hai già data tu.
    6) Un tempo mi definivo agnostico, ma ora mi sto spostando sempre più verso l'ateismo. Il motivo? Il numero di anni che passano senza avere notizie dell'esistenza di Dio aumenta (ormai sono 51), per cui diminuiscono le probabilità della sua esistenza.
    7) Intelligente.

  • #8

    lune-di-lunedi (venerdì, 19 ottobre 2012 13:11)

    Oh eccoti! Preparati perchè ci sono altre domande... A proposito di questo, hai poi chiesto quella cosa a dio?